Tour de France, bufera su Nairo Quintana

Il finale di corsa del Tour de France è stato a dir poco caotico, con la caduta di Froome, Porte e Mollema che ha colto di sorpesa un po’ tutti quanti. Sembra però che qualcuno abbia approfittato di quel caos per trarne un vantaggio personale: nel marasma che si è venuto a creare con l’incidente dei tre colleghi, Nairo Quintana ha colto l’occasione per aggrapparsi ad una moto che svettava davanti a lui lungo la salita.

L’episodio della moto

Quintana_ok-U202073401590sLE--896x504@Gazzetta-Web

Lì per lì non se n’è accorto praticamente nessuno, se non fosse per un video amatoriale girato da un presente in cui si vede appunto il ciclista colombiano mentre afferra la moto e si lascia trainare per qualche metro sulla salita del Mont Ventoux. Resta ora da chiarire se quella decisione di aggrapparsi alla moto sia nata dalla necessità di aiutarsi a mantenere in equilibrio, oppure se se sia stato un escamotage per prendere slancio e cercare di guadagnare qualche secondo.

La giustificazione di Quintana

Sulla vicenda Nairo Quintana ha afffermato che in quell’occasione c’era molto vento contrario e che «l’attacco è stato annullato». Relativamente all’incidente  ciclista ha ammesso: «Penso che la cattiva organizzazione tra moto e spettatori abbia la colpa di tutto. Sono circostanze di gara ma dobbiamo cercare di far meglio».

Ma quella mano tesa verso la moto potrebbe costargli caro. C’è già chi parla di una possibile squalifica.

Francesco Giubilini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *