Champions League: UEFA e ECA studiano una nuova formula

UEFA e ECA stanno studiando una possibile nuova formula per la Champions League, una vera e propria riforma del torneo di calcio che potrebbe portare a delle novità a partire dalla stagione 2024/2025. Potrebbe quindi cambiare il modello di gioco rispetto a quanto siamo abituati a vedere fino ad ora. L’obiettivo sarebbe quello di giocare un numero maggiore di partite internazionali.

Le novità che si stanno studiando per la Champions League

Le pubblicazioni As in Spagna e Times in Inghilterra stanno affrontando la questione parlando di ipotesi che sarebbero nello specifico due. Si potrebbero mettere a punto gironi da sei squadre invece che da quattro, con un calendario previsto formato da dieci giornate.

In alternativa si pensa anche ad una fase extra che si svolgerebbe a gironi, che potrebbe essere messa a punto tra gli ottavi e i quarti di finale. In questo caso sarebbero previsti due gironi da 4 squadre. Per ogni girone, le prime due squadre qualificate passerebbero quindi alle semifinali.

Alcune federazioni non sono d’accordo

Sono sicuramente delle novità interessanti, che consistono in una vera e propria mini rivoluzione all’interno del meccanismo di funzionamento della Champions League. Le proposte senza dubbio piacciono molto alla UEFA, ma incontra il parere negativo da parte di alcune federazioni.

Ad esempio la federazione inglese è preoccupata ad esempio per il fatto che la Carabao Cup possa in questo modo diventare un torneo esclusivo per le squadre che non prenderanno parte proprio alla Champions League. Quali decisioni saranno prese nello specifico?