Benatia si ritira: ‘Fin da piccolo avevo un sogno, diventare un calciatore’

Benatia

L’ex centrale di Juventus, Roma e Udinese, Medhi Benatia, ha scritto un lungo messaggio, annunciando il ritiro dal calcio. Il calciatore, che conta su più di 150 presenze in Serie A e 27 presenze in Champions, che ha vinto quattro campionati nel nostro Paese e in Germania, ha spiegato di volersi ritirare dal mondo del calcio, affidando queste dichiarazioni ad un messaggio pubblicato online, una vera e propria lettera, in cui spiega ciò che ha rappresentato per lui il calcio e con la quale ha ringraziato tutti coloro che lo hanno supportato.

Il sogno di diventare calciatore professionista

Fin da piccolo avevo un solo sogno“, ha spiegato Benatia, “diventare un calciatore professionista“. E in effetti questo sogno si è realizzato per Benatia, che è riuscito a conquistare gli appassionati tifosi del nostro campionato.

È arrivato nel 2011 all’Udinese. Nel 2013 la Roma ha pagato 13 milioni e mezzo, successivamente sono 28 i milioni dati dal Bayern. Poi arriva la Juventus, con due scudetti e una finale di Coppa Italia, quella della sfida con il Milan, che è stata decisa proprio grazie ad una doppietta di Benatia.

Il calciatore ha spiegato che per realizzare il suo sogno ha fatto sacrifici e si è sforzato di lavorare sodo. È stato essenziale, spiega Benatia, porsi nuovi obiettivi in tutte le fasi della sua carriera.

“La fine di qualcosa sempre l’inizio di un’altra”

In questa professione, dice il calciatore, “la parte più difficile non è firmare il primo contratto, ma durare nel tempo“. Poi continua spiegando di voler chiudere la sua carriera, dopo più di 15 anni di servizio al calcio.

Benatia con il suo messaggio sui social ha voluto ringraziare tutti coloro che lo hanno sostenuto per tutto questo tempo. E poi spiega che si dice che “la fine di qualcosa sia sempre l’inizio di un’altra“. Quindi, conclude il calciatore, “dico a presto, sempre con il lavoro e la passione come linea guida“.