Serie A ripartita: vittoria del Napoli e tante polemiche

È ricominciata la Serie A e, come hanno giudicato gli esperti, abbiamo avuto la possibilità di assistere ad una sorta di commistione tra il nuovo e il vecchio calcio in Italia. Infatti se la ripartenza della Serie A è stata caratterizzata dalla passione di molti tifosi, regalandoci episodi spettacolari, dall’altro lato non sono mancate le tanto abituali polemiche.

Le scelte dubbie della Serie A e le polemiche

Le prime polemiche si sono manifestate a partire da uno degli iniziali episodi che hanno caratterizzato la ripartenza della Serie A. Si tratta del fuorigioco di Cristiano Ronaldo. In realtà si è trattato di una questione solo di pochi centimetri. Ecco perché ci sono state tante polemiche, che sono rimbalzate soprattutto sui social.

Massa è stato chiamato ad una gara molto delicata e anche qua non sono mancate le scelte dubbie da parte dei giudici di gara. Basti pensare per esempio al rigore per la Fiorentina e al penalty in favore del Napoli al 41esimo minuto di gioco.

Neanche in questo caso sono mancate le polemiche, che sono arrivate soprattutto dai tifosi più accaniti durante i minuti di recupero della partita.

L’accusa da parte di Montella

Sulle polemiche interviene anche Montella con un’accusa ben specifica. Infatti Montella ha dichiarato che si potrebbe discutere all’infinito, ma alcune cose sfuggono proprio dalla comprensione. Montella ha fatto presente di credere alla buona fede degli arbitri, ma si chiede perché certi episodi non sono considerati con la giusta attenzione.

La Serie A è stata segnata anche dalla vittoria del Napoli, ma non c’è stato solo questo, perché Ancelotti ha fatto presente soprattutto quella che ritiene una cattiva abitudine da parte della gente dedita agli insulti. Ha messo in evidenza che gli insulti danno molto fastidio.

È venuto così a delinearsi un debutto della Serie A che certo continuerà a far discutere e continuerà a segnare la storia del calcio italiano, nell’ambito del quale le polemiche non sembrano finire.