Patrik Schick: ‘Ecco perché sono andato via dalla Roma’

Patrik Schick, l’attaccante ex giallorosso, attualmente in prestito al Lipsia, torna a parlare del suo passato alla Roma. Il ceco ha rilasciato delle dichiarazioni durante il ritiro in Repubblica Ceca e ha espresso la sua contentezza per aver lasciato la Roma e il suo entusiasmo per la nuova avventura che lo aspetta con il club tedesco.

L’avventura alla Roma e il trasferimento al Lipsia

L’attaccante ceco ha collezionato solo otto goal in cinquantotto presenze in maglia giallorossa ed attualmente è stato ceduto a titolo temporaneo al Lipsia per un corrispettivo fisso di 3,5 milioni e un bonus di 0,5 milioni.

Con il Lipsia resterà fino al 30 giugno 2020: tuttavia, il club tedesco mantiene il diritto di opzione per la sua acquisizione a titolo definitivo che avverrà per un corrispettivo di 29 milioni, se il club tedesco si qualificherà alla Champions League 2020/21.

Le dichiarazioni di Schick

Durante il ritiro con la Repubblica Ceca, Schick ha rilasciato delle dichiarazioni dopo il trasferimento al Lipsia.

Il giovane si dice contento della scelta fatta perché a Roma non era più contento e spera di ritrovare il goal con la nuova squadra per dimostrare quanto fatto alla Sampdoria.

Sulla sua avventura alla Roma dice che non sa bene quali siano stati i motivi del perché non sia andata bene: probabilmente agli inizi la difficoltà maggiore è stata data da una preparazione inadeguata, poi ci sono stati gli infortuni e dopo le grandi aspettative non pienamente soddisfatte.

L’attaccante ceco, comunque, si dice pronto per un cambiamento e sa che la decisione presa rappresenta un ottimo passo in avanti per la propria carriera.

Rispetto al futuro con il Lipsia si dice euforico per l’atmosfera calcistica che lo aspetta in Germania, per lo stadio e per i tifosi. Infine, si dice pronto ad un calcio veloce come quello del Lipsia, molto diverso da quello della Roma.