Lo sport è sempre stata fonte di grandi emozioni, e quanto accaduto poche ore fa ce lo ha ricordato ancora una volta.

Parliamo di quello che è successo ai Mondiali di Triathlon che si sono disputati in Messico, precisamente nella località di Cozumel.

Il britannico Jonny Brownlee (già argento a Rio) che partecipava alla competizione, sembrava proprio avere la vittoria in pugno visto che mancavano appena 300 metri al traguardo. A tradirlo, però, un improvviso colpo di calore che lo ha fatto barcollare e rischiare il ritiro in più di una occasione

Nell’esatto momento in cui Jonny sembrava intenzionato a gettare la spugna e ad alzare bandiera bianca è però arrivato il fratello Alistair che lo ha letteralmente preso, caricato sulle spalle e trascinato fino a fargli concludere degnamente la gara in seconda posizione, appena dietro al sudafricano Henri Schoeman.

Triathlon: Jonny Brownlee vicino al collasso, ma grazie al fratello...I due fratelli sono così arrivati secondi ai Mondiali di Triathlon e Jonny, esausto delle condizioni fisiche che gli avevano remato contro nell’ultima parte competizione, è precipitato al suolo un attimo dopo aver tagliato il traguardo.

L’atleta è stato portato in ospedale affinché potesse sottoporsi a tutte le cure del caso, ma grazie all’amore del fratello Alistair e al raggiungimento della seconda posizione può quanto meno rasserenarsi di dover sopportare un “sereno” ricovero! Nonostante le polemiche sulla regolarità della vicenda, infatti, il verdetto è stato chiaro: «Tutto regolare».

Antonio Osso