«Ho esaudito il mio sogno, quindi mi ritiro da campione, è arrivato il momento giusto». Con queste parole Nico Rosberg, neocampione di Formula 1, annuncia il suo ritiro definitivo dal circus.

Ha battuto Hamilton e per 25 anni ha corso su strada confrontandosi coi suoi rivali e vedendo accrescere sempre più lo spirito adrenalinico che questa disciplina era capace di infondergli, ma ora che ha toccato la cima della montagna, Rosberg ritiene giunto il momento di farsi da parte.

Rosberg annuncia il ritiroLascia con euforia, ma anche con una punta di rammarico, all’età di 31 anni. Perché d’ora in avanti il suo ruolo sarà tutt’altro: dedicarsi a tempo pieno alla famiglia, alla moglie e alla figlia nata da poco. A quelle cose e a quelle persone, insomma, che gli riempiono per davvero la vita, come fu lui stesso ad affermare nel momento in cui conquistò il Mondiale: «Il trionfo nel Mondiale è una cosa straordinaria, ma il giorno più bello della mia vita rimarrà comunque la nascita di mia figlia».

Il campione di Formula 1 ritiene pertanto che sia questo il momento giusto, quello migliore per chiudere la sua carriera. «E’ difficile da spiegare – confessa – ma è da quando avevo 6 anni che inseguo il sogno di diventare campione mondiale di Formula 1. In questi 25 anni ho messo tutto me stesso per centrare il mio obiettivo e finalmente ce l’ho fatta. Non dimenticherò mai tutto questo».

Alberto Mengora